Melone: i benefici e come sceglierlo

0

Wow! E’ già arrivato il tempo dei meloni, quelli buoni, dolci e succosi. Noi italiani ne mangiamo parecchi, e siamo tra i migliori consumatori europei. Prima di parlare di come scegliere un melone, voglio farvi conoscere quanti benefici il melone apporti alla nostra salute.

  • Prevenzione del cancro. Il melone, specialmente quello di Cantalupa, contiene antiossidanti e antinfiammatori che aiutano a combatterlo.
  • Contiene Vitamina A e C. Considerate che una tazza piena di melone vi darà il 100% del fabbisogno giornaliero di queste vitamine, che forniscono gli antiossidanti utili anche per il cuore e per molti altri problemi di salute. Le vitamine del melone rallentano anche l’invecchiamento cellulare nel nostro corpo.
  • Contiene beta-carotene. Il colore arancione del melone implica il fatto che, come carote e albicocche è ricco di beta-carotene, una sorgente ricca di vitamina A.
  • Sostiene il sistema immunitario. Così ricco di vitamine, il melone aiuta il sistema immunitario, non solo per combattere i malanni di stagione, ma anche per proteggere il corpo da infezioni virale e da malattie di vario tipo.
  • Si prende cura dei vostri occhi. Con tutta la vitamina A e C che contiene naturalmente, il melone aiuta a rinforzare l’occhio e ad allontanare tutte le malattie degenerative come cataratte e degenerazioni maculari.
  • Idrata la pelle. Il melone, essendo per il 90% composto di acqua, riesce ad idratare la vostra pelle, mantenendola idratata e rallentandone l’invecchiamento cellulare. Questo significa meno rughe e più difesa contro il cancro della pelle. In più aiuta contro l’acne.
  • Ricchissimo di potassio. Il melone fornisce il 10% del fabbisogno giornaliero di potassio, importante per abbassare la pressione sanguigna e per prevenire i problemi cardiovascolari.
  • Pochissime calorie. Il melone, con solo 34 calorie per 100 grammi, rimane un cibo ipocalorico e che include pochissimi grassi.
  • Tiene lontane le infiammazioni. Un consumo regolare di melone aiuta a prevenire le infiammazioni del corpo, ma anche lo stress di muscoli e giunture.
  • Aumenta la fertilità. Un uso costante e la presenza di vitamina C aiutano l’uomo ad essere più fertile, ma è anche ottimo per le donne. Essendo ricco di acido folico, essenziale per le donne incinte, il melone aiuta i neonati a prevenire problemi al sistema nervoso centrale.
  • Combatte il diabete. Mangiare melone aiuta a regolarizzare i livelli degli zuccheri nel sangue, e a regolarizzare il metabolismo dell’insulina.

E’ intelligente mangiare meloni freschi di stagione, che non sono solo buoni, ma ricchissimi di vitamine A e C che aiutano il corpo a restare in forma e ad allontanare problemi di salute. In Italia ne produciamo tanti e buoni, e la prossima volta che fate la spesa ricordatevi dei meloni, quelli di Cantalupa, i più diffusi in Italia!

Come scegliere un melone da 10?

Il melone di Cantalupa è il più famoso e utilizzato in tutta Italia. Amato dai bambini, e preferito dagli adutli, è purtroppo semplice comprare meloni che abbiano poco sapore o che siano del tutto acerbi. Ma grazie ai consigli di “Rosso Amarena”, potete stare certi che non farete più errori di questo tipo.

  • Il colore. Usate i vostri sensi ogni volta che volete prendere un buon melone. Iniziate usano la vista, e guardate al colore del melone. Dev’essere dai colori accesi e tendenti al giallo. Se in cima è ancora verde, si tratta di un melone raccolto troppo presto, statene alla larga! Se invece guardando il melone scorgete un lato più maturo dell’altro, significa che il melone non ha mai visto il solo, perchè lasciato maturare a terra.
  • Ascoltate il melone. Questa è una tecnica che in Italia conosciamo bene. Prendetelo, avvicinatelo all’orecchio e date alcuni colpi secchi con le nocche. Se otterrete un suono profondo e spesso, avrete tra le mani un buon melone, altrimenti se il suono risulta acuto, non si tratta di un melone maturo.
  • La sensazione. Se imparerete a “sentire” il melone, avrete un’altra arma dalla vostra parte per assicurarvi sia il più buono possibile. Se sembra rigido, ma non troppo, vuol dire che è pronto. Se invece è molle e umido al tocco, vuol dire che è troppo avanti nella maturazione.
  • Il profumo. Il senso più importante per acquistare un melone. Se imparerete come annusare, saprete subito dire se si tratta o meno di uno buono e saporito. Se lo volete dolce, deve emettere un buonissimo profumo. Se invece ha un odore sgradevole, lasciatelo dov’è. Se invece non sentite alcun profumo, si tratta di un melone ancora acerbo.

Ricordatevi di tutti questi trucchi la prossima volta che acquisterete un melone. Cercate anche la marca e la provenienza, e preferite sempre i meloni italiani, che oltre che aiutare la nostra economia, sono raccolti più maturi delle controparti africane e spagnole, non dovendo effettuare lunghi viaggi.

Come ultimo consiglio, vi posso consigliare di non acquistare mai meloni acerbi, perchè se non sono maturati sul campo, non lo faranno nemmeno a casa vostra. Di conseguenza, quando li acquistate acerbi, sapete che li dovrete mangiare acerbi.

Aggiungete più meloni alla vostra tavola, e assumerete più vitamine, antiossidanti e anti-infiammatori!

Share.

About Author

Leave A Reply